Vai al contenuto principale
Coronavirus: aggiornamenti per la comunità universitaria / Coronavirus: updates for UniTo Community
Oggetto:
Oggetto:

Storia europea della letteratura italiana

Oggetto:

European History of Italian Literature

Oggetto:

Anno accademico 2018/2019

Codice dell'attività didattica
STU0353
Docente
Davide Dalmas (Titolare del corso)
Corso di studi
laurea magistrale in Culture moderne comparate
Anno
1° anno 2° anno
Tipologia
Caratterizzante
Crediti/Valenza
6
SSD dell'attività didattica
L-FIL-LET/10 - letteratura italiana
Modalità di erogazione
Tradizionale
Lingua di insegnamento
Italiano
Modalità di frequenza
Facoltativa
Tipologia d'esame
Orale
Prerequisiti

Conoscenza delle linee principali della storia letteraria italiana.
Principali strumenti di analisi del testo letterario.

Inserire testo qua

Oggetto:

Sommario insegnamento

Oggetto:

Obiettivi formativi

L'insegnamento contribuisce alla conoscenza approfondita della storia e della critica dell'espressione letteraria in una dimensione comparativa, così come previsto dagli obiettivi formativi specifici del corso di laurea magistrale in Culture moderne comparate. In particolare mira ad approfondire i cambiamenti dell'interazione tra la letteratura italiana e le altre letterature europee attraverso l'analisi delle trasformazioni nel tempo di un personaggio-mito di grande importanza.

Teaching contributes to the knowledge of the history and criticism of literature in a comparative dimension. In particular, it deals with the interaction between Italian literature and other European literatures through the analysis of the transformations over time of a myth of great importance.

Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

Al termine dell'insegnamento gli studenti dovranno essere in grado di 

1) presentare sinteticamente le caratteristiche, le interpretazioni e le riscritture del mito di Edipo;

2) leggere e interpretare i testi in programma;

3) commentare in modo autonomo e pertinente anche testi analoghi non presenti nel programma.

At the end of the course students must be able to:

1) synthetically present the characteristics, interpretations and rewritings of the Oedipus myth;

2) read and interpret the texts in the program;

3) commenting independently similar texts not included in the program.

Oggetto:

Modalità di insegnamento

La prima metà del corso sarà svolta con lezioni frontali, la seconda anche attraverso esercitazioni e discussioni che prevedono l'intervento attivo degli studenti. Sono previste anche lezioni in collaborazione con specialisti di letteratura inglese, francese e tedesca.

The first half of the course will be held with frontal lessons, the second one through exercises and discussions involving the active participation of students. Lessons are also offered in collaboration with English, French and German literature specialists.

Oggetto:

Modalità di verifica dell'apprendimento

L'apprendimento sarà verificato in parte già durante l'insegnamento, attraverso la partecipazione attiva alle esercitazioni e alle discussioni; poi in modo più specifico attraverso l'elaborazione di una relazione scritta, di una decina di pagine, su un argomento collegato all'insegnamento e concordato con il docente; infine tramite un esame orale, con votazione espressa in trentesimi, nel quale sarà discussa la relazione scritta e si valuterà la capacità di esporre con chiarezza e proprietà gli argomenti generali e di interpretare e commentare singoli testi.

 

Oggetto:

Attività di supporto

È previsto un seminario aggiuntivo, di 12 ore, dedicato in particolare alla preparazione delle relazioni.

There will be an additional 12-hour seminar, dedicated in particular to the preparation of the essays.

Oggetto:

Programma

Edipi italiani: investigazione della colpa e tragedia familiare

L'insegnamento, che rientra nel percorso comune del corso di laurea magistrale in Culture moderne comparate Originalità e riscritture tra letterature e arti, propone un'interpretazione delle riscritture del mito di Edipo nella letteratura italiana. Si concentra su due nuclei cronologici principali: il Cinquecento, che vede la rinascita del teatro tragico, con traduzioni e rappresentazioni dell'opera di Sofocle, una ricca discussione teorica sul genere, e la sperimentazione di testi moderni in dialogo con quelli antichi (si analizzerà in particolare il Re Torrismondo di Torquato Tasso); e il secondo Novecento, soprattutto con la reinterpretazione delle figure di Edipo e Giocasta nei Dialoghi con Leucò di Cesare Pavese, nei testi per il teatro di Alberto Savinio (Emma B. vedova Giocasta), Alberto Moravia (Il dio Kurt), Elsa Morante (La serata a Colono)e Giovanni Testori (Edipus), e per il cinema di Pier Paolo Pasolini.

In particolare verranno trattati i seguenti argomenti:

- evoluzione del mito di Edipo dalla classicità al mondo contemporaneo;

- discussione teorica sulla tragedia nel Cinquecento;

- principali trasformazioni della letteratura teatrale italiana;

- analisi delle opere in programma, anche in relazione al percorso degli autori;

- presentazione e discussione dei saggi di interpretazione;

- confronto con analoghe esperienze tedesche, francesi e inglesi.

Italian Oedipus: investigation of guilt and family tragedy

The teaching, which is part of the common path of the master's degree course in Comparative Modern Cultures Originality and rewriting between literatures and arts, proposes an interpretation of the rewrites of the myth of Oedipus in Italian literature. It focuses on two main periods: the 16th century, which sees the rebirth of tragic theater, with translations and representations of the work of Sophocles, a rich theoretical discussion on genre, and the experimentation of modern texts in dialogue with the ancient ones (we will analyze in particular Torquato Tasso's Re Torrismondo); and the 20th century, especially with the reinterpretation of the figures of Oedipus and Jocasta in Dialoghi con Leucò by Cesare Pavese, in the texts for the theater of Alberto Savinio (Emma B. vedova Giocasta), Alberto Moravia (Il dio Kurt), Elsa Morante (La serata a Colono) and Giovanni Testori (Edipus), and for the cinema of Pier Paolo Pasolini.

In particular, the following topics will be discussed:

- evolution of the Oedipus myth;

- theoretical discussion on the tragedy in the sixteenth century;

- main transformations of Italian theatrical literature;

- analysis of the works in the program;

- presentation and discussion of critical essays;

- comparison with similar German, French and English experiences.

Oggetto:

Testi consigliati e bibliografia

1) Torquato Tasso, Re Torrismondo (edizione consigliata: in Tasso, Teatro, Garzanti).

2) Cesare Pavese, I ciechi e La strada, in Dialoghi con Leucò.

3-4) due testi a scelta tra i seguenti:

- Alberto Savinio, Emma B. vedova Giocasta, in Alcesti di Samuele e atti unici, Milano, Adelphi, 20072, pp. 273-299.

- Alberto Moravia, Il dio Kurt, in Teatro, Milano, Bompiani, 20042, vol. II, pp. 437-511.

- Elsa Morante, La serata a Colono (1968), in Il mondo salvato dai ragazzini (1968), Torino, Einaudi, 2012, pp. 35-108.

- Giovanni Testori, Edipus (1977), in Opere 1965-1977, Milano, Bompiani, 20082, pp. 1323-1374.

5) Pier Paolo Pasolini, Edipo re (1967), in Il Vangelo secondo Matteo - Edipo re - Medea, Milano, Garzanti, 1991.

6) Saggi critici presenti nel Materiale didattico.

1) Torquato Tasso, Re Torrismondo (recommended edition: in Tasso, Teatro, Garzanti).

2) Cesare Pavese, I ciechi and La strada, in Dialoghi con Leucò.

3-4) two texts chosen from the following:

- Alberto Savinio, Emma B. vedova Giocasta, in Alcesti di Samuele e atti unici, Milano, Adelphi, 20072, pp. 273-299.

- Alberto Moravia, Il dio Kurt, in Teatro, Milano, Bompiani, 20042, vol. II, pp. 437-511.

- Elsa Morante, La serata a Colono (1968), in Il mondo salvato dai ragazzini (1968), Torino, Einaudi, 2012, pp. 35-108.

- Giovanni Testori, Edipus (1977), in Opere 1965-1977, Milano, Bompiani, 20082, pp. 1323-1374.

5) Pier Paolo Pasolini, Edipo re (1967), in Il Vangelo secondo Matteo - Edipo re - Medea, Milano, Garzanti, 1991.

6) Critical essays present in Materiale didattico.

Oggetto:

Note

Vista l'impostazione seminariale, la frequenza è vivamente consigliata.

Agli studenti frequentanti e non frequentanti è richiesta la registrazione in rete entro la prima settimana del corso.

Gli studenti non frequentanti sono invitati a contattare il docente prima di iniziare a preparare l'esame.

Given the seminar setting, frequency is strongly recommended.

Attendindg and non-attending students are required to register online within the first week of the course.

Non-attending students are encouraged to contact the teacher prior to exam preparation.

Oggetto:
Ultimo aggiornamento: 06/02/2019 12:15